Domanda per Contributi fondo perduto

Dal 15 giugno è possibile inoltrare la domanda per il contributo a fondo perduto riservato ad imprenditori, lavoratori autonomi o imprenditori agricoli che presentano specifici requisiti.

Domanda per contributi a fondo perduto

Dal 15 giugno è possibile inoltrare la domanda per contributi a fondo perduto riservato ad imprenditori,

lavoratori autonomi o imprenditori agricoli che presentano specifici requisiti.

La circolare n. 15/E del 13 giugno, ha fornito gli ultimi chiarimenti del caso sul contributo previsto dal Dl Rilancio (articolo 25, Dl n. 34/2020)

ha inquadrato inclusi ed esclusi e ha esplicitato alcuni casi particolari, chiarendo la natura contabile e fiscale del contributo.

Con la domanda per contributi a fondo perduto si ottiene un contributo in conto esercizio e non è assoggettato alla ritenuta d’acconto.

la circolare, fornisce inoltre le istruzioni per la regolarizzazione spontanea in caso usufruisca del contributo senza averne diritto.

Fornisce un elenco preciso dei beneficiari, specifica a titolo d’esempio che sono ammessi anche pensionati e dipendenti che lavorano o sono titolari di impresa,

i lavoratori forfettari con analogo profilo, le imprese agricole o commerciali in forma di cooperative e società tra professionisti.

Esclusi

Sono invece esclusi i liberi professionisti con partita Iva attiva al 23 febbraio 2020 co.co.co (collaboratori coordinati continuativi)

attivi alla stessa data, iscritti alla gestione separata (articolo 27, Dl n. 18/2020),

i lavoratori dello spettacolo iscritti al fondo pensioni dello spettacolo, che abbiano almeno 30 contributi giornalieri versati nell’anno 2019

e abbiano prodotto nel medesimo anno un reddito non superiore a 50 mila euro (articolo 38, Dl n. 18/2020).

Sono in ogni caso esclusi i contribuenti con attività cessata alla data di presentazione dell’istanza.

La circolare ribadisce il requisito della soglia massima di ricavi e compensi, analizzando le varie casistiche.

Vengono chiarite le diverse deroghe ed i casi in cui contributo a fondo perduto spetta anche se il fatturato e i corrispettivi di aprile 2020 sono stati pari a zero.

Infine

In particolare, può accedere al contributo a fondo perduto anche chi ha iniziato l’attività dal 1° gennaio 2019.

L’importo di tale contributo è di mille euro se persone fisiche e duemila euro se persone giuridiche.

Il beneficiario del contributo è il singolo contribuente con i requisiti richiesti, anche se esercita più di un’attività a prescindere dal regime fiscale.

Marco Simeone
Mi chiamo Marco Simeone, mi occupo di consulenza informatica, assistenza e formazione in ambito Web e digital marketing. - Chiedimi una consulenza -
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on google
Google+

Una risposta

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: